Articoli in Evidenza

Sharing is caring!

In questa pagina troverete un articolo selezionato tra quelli pubblicati nella rivista in uscita, le loro versioni in lingua originale se presenti. L’articolo scelto è quello di P. Leandro Nandi OAD, brasiliano e licenziato in Sacra Scrittura. E’ una lettura esegetica del brano di Genesi 4,8 ovvero Caino uccide Abele. L’analisi del testo offre uno spunto di riflessione molto profondo sul tema dell’omicidio di Abele facendo notare qualcosa di particolarmente significativo circa la mente e il cuore di Caino e il suo rapporto con Dio. Giustamente, l’autore fa un allusione al fatto che la stessa dinamica psicologica possa soggiacere a comportamenti similari nei confronti dei fratelli. Il Signore nel discorso della Montagna invitava gli uditori a non prendere troppo alla lettera il comandamento “non uccidere” ma di andarne alle radici (anche chi dice al proprio fratello stupido ecc..) perchè l’omicidio del fratello non deve necessariamente esprimersi nel versamento del sangue ma matura internamente come una ribellione a Dio e un rifiuto del prossimo. Vi auguriamo una buona meditazione!

L’assasinio di Abele

Il primo fratricidio Gen 4,8

O primeiro fratricídio em Gn 4